Discipline


Aikido

A prima vista si presenta come un elegante metodo di ricerca dell’equilibrio fisico e psichico mediante la pratica controllata di antiche tecniche finalizzate alla neutralizzazione, mediante bloccaggi, leve articolari e proiezioni, di uno o più aggressori disarmati o armati.
Sintesi ed evoluzione di antiche tecniche mutate dal ju-jutsu classico, dal kenjutsu (la tecnica della spada) e dal jojutsu (tecnica del bastone), l’Aikido trova la propria originalità ed efficacia in una serie di movimenti basati sul principio della rotazione sferica.
Contrariamente ad altre arti marziali incentrate sui movimenti lineari (avanti, indietro, in diagonale) le sue tecniche si fondano e si sviluppano prevalentemente su un movimento circolare il cui perno è colui che si difende. In tal modo egli stabilizza il proprio baricentro, decentra quello dell’avversario attirandolo nella propria orbita, e può sfruttare a proprio vantaggio l’energia prodotta dall’azione aggressiva fino a neutralizzarla.

Aikido Team Ravenna

M° Federico Bernardi – Ravenna
www.dojoravenna.com – 347-8220766

    Aikido Romagna

M° Davide Calderoni – Faenza
FB: Aikidoromagna – www.damacesenatico.it – 338-5319755

Murakami Ueshiba Club

M° Angelo Cacciatore – Ravenna
FB: Angelo Cacciatore – www.ravennamarziale.it  – 328-9822181

 


Judo

È una disciplina sportiva di origine orientale frutto della elaborazione di una antica arte marziale giapponese, il Ju Jitsu, che il suo ideatore, Jigoro Kano, effettuò dopo averne eliminato le tecniche più pericolose. Rapido è stato il cammino del Judo nel conseguire quel requisito di universalità che è il presupposto imprescindibile per assurgere al rango di Disciplina Olimpica. Il generale favore che ha saputo in pochi decenni riscuotere spiega la sua rapida diffusione ed il successo immediato riscosso in tutto il mondo, capace, come è stato, di penetrare profondamente anche nella mentalità occidentale, grazie ai suoi elevati contenuti educativi e formativi del corpo e della mente, ormai allo stesso modo da ogni parte riconosciuti. Il principio della flessibilità viene brevemente spiegato così: di fronte ad un avversario, si vince cedendo, cioè non opponendo resistenza alla sua forza, bensì adattandovisi, ed acquistando un vantaggio per poi utilizzarlo a proprio profitto.

Judo Ravenna

M° Tiziana Berti, M° Paola Baroncelli – Ravenna
FB: Tiziana Berti –  www.judoravenna.it – 339 8005605

Judo Team Romagna

M° Paolo Beretti – Ravenna – Lugo
FB: Silvana Fumano  –  www.teamromagnajudo.it – 338 4883428


Karate Shotokai

In seguito alla morte del Maestro Funakoshi, S. Egami continuò quello che il maestro G. Funakoshi voleva trasmettere e come conseguenza diretta di questa sua interpretazione, eliminò molti concetti relativi alla vittoria nel combattimento, sostituendoli con una ricerca di armonia fisica, ed un equilibrio dell’essere umano attraverso la pratica. Nel corso dei suoi anni di studio variò profondamente la meccanica di alcune tecniche così come i bersagli da colpire e i movimenti. In breve il metodo divenne più fluido enfatizzando la decontrazione e lo sviluppo di un kime perfetto, mettendo a fuoco tutta l’energia su un solo punto ed eliminando tutte le tecniche che potevano essere considerate inefficienti o di dubbia validità.
Nello Shotokai ci si accerta che ogni movimento sia in armonia con la natura dell’essere umano e nell’ottica di non cambiare sia l’addestramento che lo spirito per un insignificante vittoria sportiva, non sono previste competizioni di combattimenti.

Karate Club

M° Osvaldo Taroni – Ravenna
FB: Elisa Taroni – www.gruppoaks.it– 331- 7031074

    S.S.I. scuola shotokai Italia

M° Claudio Vacchi, M° Mulato Enzo – Istr. Rosin Alessandro
FB: Rosin Alessandro – www.shotokai.net  – 338 6456395

Murakami Ueshiba Club

M° Angelo Cacciatore – Ravenna
FB: Angelo Cacciatore – www.ravennamarziale.it  – 328-9822181


Karate Shotokan

Deriva dall’arte del combattimento a mani nude trasmessa segretamente da gran tempo nell’isola di Okinawa.
Si tratta di una sottile arte dell’autodifesa che permette di vincere il nemico per mezzo delle più varie tecniche utilizzando diverse parti del corpo in modo razionale ed efficace, ad esempio in colpi di pugno e di mano, diretti o circolari, calci e anche proiezioni ed immobilizzazioni. Come tutte le arti marziali non è una semplice arte del combattimento, il suo primo obiettivo è forgiare il corpo e lo spirito con lo scopo di giungere alla dignità di un saggio.
“Il karate non comincia con un attacco” (karateni-sente-nashi). È un eccellente esercizio per la respirazione diaframmatica (naturale), sviluppa un’eccezionale prontezza di reazione e un grado elevato di attenzione. Insegna il rispetto per gli altri e per il mondo che ci circonda, sviluppa grande autocontrollo ed equilibrio psicofisico. Si può praticare karate con il piacere della mente e del fisico, per tutta la vita.

Shinkan Ravenna Fikta

M° Monferini Davide, Magnani Massimo – A.I. Foschini Nicola
FB: Shinkan Karate Shotokan – www.shinkankarate.it– 333- 8123929

    Butoku Ravenna Jka

M° Fabbri G., M° Boschi Michele
FB: Butoku Ravenna – www.butokuravenna.it  – 335 6152265

 


Kenjutsu

… Una volta in possesso di una spada standard il guerriero classico ne faceva comprensibilmente la propria arma principale ed elaborava metodi per utilizzarla nel modo più efficace possibile.Tali metodi denominati kenjutsu, o arte della spada, divennero la testimonianza più elevata della destrezza marziale del bushi. Attraverso le discipline previste dal kenjutsu, il bushi imparava ad affrontare tutte le armi che avrebbe potuto trovarsi di fronte nel combattimento.

Il kenjutsu divenne pertanto un energico precettore di ginnastica marziale, terreno di addestramento per l’unità dell’occhio e della mano. Insegnando come valutare la distanza ottimale per lo scontro (ma-ai), e l’opportunità dello stesso (suki) nonché il controllo fisico e mentale del nemico. Ogni movimento è importante, ogni istante fondamentale, aperti alla percezione globale, tesi senza sforzo come uno stagno in quiete, pronti ad accogliere obiettivamente qualsiasi fenomeno ed accadimento, il kenjitsu si coniuga, meravigliosamente allo Zen.

Goyu Ravenna Mugai Ryu

Istr. Monferini Davide – A.I. Foschini Nicola
FB: Kenjutsu Ravenna – Goyu Italia – www.dojoravenna.it– 333- 8123929

Goyu Bologna Mugai Ryu

M° Andrea Bonfatti
FB: Andrea Bonfatti – www.fiji.it  – 347.5702884


Lightsaber

Nell’universo di Star Wars™, il combattimento con spada laser è la forma di combattimento preferita dai Jedi e dai loro malvagi avversari Sith, nella nostra realtà i vari sono stati elaborati con l’aiuto di Maestri provenienti da diverse discipline e arti marziali che generosamente ci hanno aiutato a creare uno standard di combattimento che si adatti allo strumento che abbiamo scelto.
Avendo caratteristiche diverse da qualsiasi spada conosciuta, la scherma con spade laser necessità di tecniche dedicate e una corretta preparazione atletica. La scherma con spada laser è ovviamente ispirata a una saga cinematografica ma per essere usata in reali combattimenti non preparati comporta la necessità di allenarsi e misurare i propri limiti ad ogni lezione con attenzione e serietà. Sebbene alcune tecniche siano prese da discipline orientali e molti combattimenti le seguano, la scherma con la spada laser non è un arte marziale ma un nuovo sport tutto da provare.

Ordine del Ronin – Clan dello Spirito – Ravenna

Istr. Hiras Monferini Davide – A.I. Bewful N. S. Marcello, Loky Magni Lorenzo
FB: Clan dello Spirito – www.dojoravenna.it– 333- 8123929

Accademia AEMILIA  Ferrara-Bologna

M° Inox Simone Pedrazzi
FB: LudoSport Aemilia – Ordine delle Cento Luci – www.ludosport.it  – 339 .1604860


DIFESA PERSONALE

Sistema di difesa personale semplice che cerca “perché ovviamente è impossibile conoscere tutte le variabili, di prendere in esame tutti gli scenari in cui ci si può trovare durante un aggressione o uno scontro… Dal combattimento a mani nude, alla terribile aggressione con coltello, con armi improvvisate… fino al combattimento a terra.
La semplicità è la forza del Personal Protection Techniques, essendo un combattimento da strada del essere semplice da imparare perche il nostro cervello o il nostro corpo assimili le tecniche rapidamente.

Personal Protection Techniques

M° Andrea Baruzzi – Ravenna
FB: personal protection techniques – FB: Andrea Baruzzi – 333.9922063


Qi Gong – Tai Chi

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Scherma Medievale

Attraverso la pratica del maneggio delle armi così come ci viene mostrato da maestri dell’epoca nei loro trattati, l’impiego di indumenti, armi e armature appropriate al periodo storico, la scherma storica riporta in vita frammenti del nostro passato.
L’attività si svolge tra gli allenamenti e le varie manifestazioni storiche di rievocazioni soprattutto in pubblico. È intesa come una dimostrazione, spinta, sudata o violenta quanto è necessario, ma sempre in modo sicuro e controllato, dove vincere o perdere non sono rilevanti, mentre invece non farsi male e non farne all’avversario è fondamentale.
Il periodo è il XIV secolo, un periodo fiorente e ricco dove i maestri d’armi insegnavano l’arte a nobili e cavalieri che si contendevano prestigio e onore nella lista e in battaglia, ed è così che troviamo tecniche per il combattimento armato e disarmato, in armatura e senza armatura, tutto ciò che il maestro riteneva appropriato per il suo ricco ed esclusivo cliente.


Win(g) Tsun

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Taekwondo

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Chanbara

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Muai Thai

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Full Contact – M1 – Mma

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Boxe

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Kali – Coltello & Bastone

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Jujitsu

Mei hua quan pugilato del fiore di prugno selvatico è un susseguirsi di movimenti veloci alternati a movimenti lenti come un fiore che si stacca dall’albero non richiede forza fisica ma velocità e coordinazione.
Nei primi anni si imparano tutti i tipi calci e pugni, calci volanti, cadute, cadute acrobatiche, forme a mano nuda e con armi, combattimenti prestabiliti anche con armi come sciabola, spada, doppi pugnali, bastone alabarda e molti altri.
Il Tai Chi Chuan è caratterizzato dal mantenimento della corretta postura attraverso figure derivate dai movimenti di animali quali l’airone il leopardo, la scimmia ecc… Il movimento che ne deriva risponde alle caratteristiche della continuità, della circolarità e della morbidezza.
Tale lavoro richiede indispensabilmente una partecipazione costante all’attenzione e della fantasia del praticante, e può quindi a ragione venire considerato come una mediazione dinamica relativa alla biomeccanica del corpo umano.

Kung fu – TaiChi Itka – Ravenna

M° Cinzia Tonini
FB: Cinzia Tonini – www.dojoravenna.it– 389 6849073

Taiji Quan – Jindao

M° Andrea Urbani
FB: Andrea Urbani – www.jindao.it – 347 9694074


Torna all’inizio

SPONSOR